Lanusei

 

Registering the first GigaSardinian chapter with Corrado Deiana at the Belvedere Terrace in Lanusei.

Corrado Deiana translating the first GigaSardinian Chapter

Ajó, andaus a su Padenti
Unu piciocu tedescu (A) pedit a unu piciocu sardu (B) ita depit fai po éssiri a su Padenti. Un giovane tedesco (A) chiede a un giovane sardo (B) che cosa deve fare per salire a Padenti (bosco di Lanusei).
A Scusamí, depu éssiri a Padenti. Comenti depu fai? Scusami, devo salire a Padenti. Che cosa devo fare?
B Nudda! Atopas in prassa de cresia a is 8 mengianu, e su postalinu ti nci ogat a Padenti. Niente. Scendi nella piazza della chiesa alle 8 del mattino, e l’autobus ti porta a Padenti.
A Grazie e adiosu. Grazie e arrivederci.
B Adiosu. (…) Hm, ma scusamí, ti dda possu fai una dimanda? Arrivederci. (…) Hm, scusami, ti posso fare una domanda?
A Ellu nonu! Come no!
B Tui no ses sardu, no? Tu non sei sardo, no?
A No, deu soi tedescu. E poita? No, sono tedesco. E perché?
B Poita allegas in sardu. Babu tuo o mama tua funt sardus? Perché parli in sardo. Tuo padre e tua madre sono sardi?
A No, babu miu e mama mia funt tedescus. No, mio padre e mia madre sono tedeschi.
B Ma non apu cumpréndiu. E tandu comenti fais a allegai su sardu? Non ho capito. Allora come fai a parlare il sardo?
A Eh… Eh…

 

Breathtaking view from the Belvedere terrace in Lanusei

 

<<< Download the free SardoXSardi PDF

<<< Download the free GigaSardinian PDFs